Navigation

Progetto

I santi Cirillo e Metodio, i due fratelli nati a Tessalonica nel IX secolo, furono missionari cristiani così importanti per lo sviluppo culturale di tutti i popoli slavi e per l’Europa da essere chiamati Apostoli degli slavi. Per tradurre l’Antico testamento e i Vangeli e poter celebrare le liturgie in una lingua comprensibile agli slavi, crearono il primo alfabeto slavo, il Glagolitico, chiamato poi ‘Cirillico’. La Chiesa ortodossa li venera come santi “Alla pari degli apostoli”, il papa Leone XIII ha introdotto la loro festa nel calendario cattolico e papa Giovanni Paolo II li ha eletti a Compatroni d’Europa.

Nell’ anno 2013 si ricordano i 1150 anni della loro opera missionaria.

Per questa occasione è nato un serial televisivo, un documentario che si propone di ricostruire le vicende della loro vita e della loro opera. L’unicità e l’importanza di questo progetto non consistono solo nella realizzazione filmica dei fatti storici che vi vengono narrati, per dimensione e formato unici nella Repubblica Ceca, ma soprattutto per la collaborazione che si è creata tra la Chiese Cattolica e Ortodossa. Dal punto di vista storico ed ecumenico è stato un passo fondamentale, difficilmente realizzabile nel passato. Una collaborazione che ha permesso uno sguardo concreto e oggettivo su questo importante tema socio-culturale, confermato anche dal patrocinio di due personalità particolarmente significative delle due Chiese: il cardinal Dominik Duka, arcivescovo di Praga e Vladyk Kryštof, metropolita della Chiesa ortodossa nei Paesi cechi e in Slovacchia.

Il dramma-documentario: Cyrillo e Metodio – Apostoli degli Slavi


[ ^ TNAHORU ^ ]